Bandi Pei Psr, la situazione per regione

27 febbraio 2017

Nell’ambito delle opportunità fornite dai Programmi di sviluppo rurale sul tema “Innovazione”, lo strumento del Pei “Partenariato europeo per l’innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura” sta trovando attuazione nelle varie regioni italiane.

Venti Psr su 21 hanno programmato l’intervento relativo la Sottomisura 16.1 concernente la costituzione e operatività dei Gruppi operativi del Pei (unica eccezione la Valle d’Aosta). Fino al 2020 sono attesi complessivamente 625 Gruppi operativi con una dotazione finanziaria per i due interventi (16.1 e 16.2) di 320 milioni di euro. In tutta Europa, invece, 94 Psr su 118 hanno programmato la misura con 3.205 Gruppi operativi attesi nei 28 Paesi Ue (allocazione finanziaria totale media dell’1.7% delle risorse totale dei programmi).

In questi ultimi mesi varie regioni italiane hanno avviato l’intervento con la pubblicazione dei relativi bandi. Al momento, il Bando è aperto in: Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Piemonte (Bando 16.2 per l’attuazione dei progetti) e Umbria (16.2.2 per soggetti diversi dai GO).

I primi dati sull’implementazione dell’intervento nelle regioni in cui il bando si è già chiuso sembrano essere confortanti. In Emilia Romagna il primo bando porterà alla costituzione di 52 Gruppi operativi per l’innovazione (GOI) impegnati su altrettanti progetti di innovazione. Questi progetti coinvolgeranno complessivamente circa 400 soggetti tra aziende agricole e agroalimentari, Università, Enti di ricerca ed Enti di formazione e di consulenza. Considerando anche il cofinanziamento privato i 52 progetti garantiranno investimenti per 14,5 milioni di euro.

Anche per la Regione Toscana i dati confermano un positivo andamento dello strumento con 150 domande presentate per la creazione di Gruppi operativi. Di questi ne verranno finanziati 20 che potranno contare su un contributo massimo di 50 mila euro per progetto. Complessivamente le risorse finanziarie totali previste in questa prima tornata per l’intervento 16.1 sono pari ad 1 milione di euro.

Anche in Piemonte, Puglia e nelle Marche l’interesse è stato rilevante con 124 progetti presentati in Piemonte, 230 in Puglia e 60 nella Regione Marche. Gli uffici Coldiretti sono a disposizione per ogni informazione del caso e per fornire assistenza nell’elaborazione di eventuali idee progettuali.

 

Per conoscere la situazione nelle varie Regioni, leggi l’articolo su Il Punto Coldiretti.