Bando giovani: si avvicina la scadenza in Molise e Puglia

26 aprile 2017

Il prossimo 30 aprile è prevista la chiusura del bando giovani in Molise e Puglia.

In Umbria è previsto un bando a sportello: la scadenza del 30 aprile riguarda la definizione delle graduatorie delle domande presentate che saranno approvate con cadenze temporali semestrali e riguarderanno tutte le domande presentate in ciascun semestre, la cui scadenza è fissata al 30 aprile e al 31 ottobre di ciascun esercizio finanziario. E’ possibile, quindi, presentare le domande per tutta la durata della programmazione e precisamente fino all’esercizio finanziario 2020.

 

 

Molise

Pacchetto giovani (misura 6.1 e 4.1) Beneficiari sono i giovani agricoltori età 18-40 anni con inizio attività da non più di 6 mesi, che si insediano in azienda avente una pst di 10.000 euro per le zone montane ed € 18000 per le altre zone. Si tratta di un bando a pacchetto che consiste nell’attivazione della Misura 6.1. e 4.1 relativa agli investimenti. Il nuovo insediato deve presentare un piano di insediamento aziendale (PIA) con situazione di partenza, tappe ed obiettivi, azioni per la sostenibilità economica; accanto al PIA va presentato un piano di sviluppo aziendale (PSA) con idea di sviluppo, piano investimenti, quadro economico, indici di redditività (roi e ros) ammortamento e fattibilità. Localizzazione investimenti: territorio molisano.

 

Puglia

Si favorisce il primo insediamento di giovani in agricoltura (18-40 anni non compiuti). La domanda di insediamento comprende un piano aziendale o sulla Sottomisura 4.1.B. (investimenti) e/o la Misura 6.4 (diversificazione aziendale) ad almeno altre 2 Sottomisure tra 1.1 (Formazione), 2.1 (Consulenza), 3.1 (Regimi di qualità alimentare). I Beneficiari del premio, oltre al parametro dell’età, dovranno avere (o acquisire), tra gli altri, una competenza professionale, una dimensione aziendale minima che sviluppa una Produzione Standard Totale di almeno Euro 18.000  e massima di Euro 300.000.000. Il sostegno pubblico previsto è pari, per il giovane che si insedia in azienda preesistente,  ad Euro 40.000 in zone ordinarie, Euro 45.000 in zone svantaggiate ed aree C e D previste dal P.S.R.;  per il giovane che si insedia in azienda di nuova costituzione,  ad Euro 50.000 in zone ordinarie, Euro 55.000 in zone svantaggiate ed aree C e D previste dal P.S.R. L’investimento aziendale minimo previsto (sia per la Sottomisura 4.1.B, che 6.4) è pari ad Euro 30.000; l’investimento massimo a Euro 1.000.000 per la Sottomisura 4.1.B, Euro 200.000 per la Sottomisura 6.4. Il contributo pubblico per gli interventi ammissibili della Sottomisura 4.1.B è pari al 70% con aziende ricadenti in zone svantaggiate, 60% in zone ordinarie; per la Sottomisura 6.4 il contributo pubblico è pari al 50%.

 

Per ulteriori informazioni consulta la sezione “Le opportunità del PSR” del sito www.terrainnova.it.