EFA: divieto di utilizzo delle sementi trattate

26 gennaio 2018

In base a quanto stabilito dalle modifiche apportate dal Regolamento delegato del 15 febbraio 2017, dal 2018 per le EFA è previsto il divieto di utilizzo dei trattamenti sulle superfici investite con azotofissatrici, sui terreni lasciati a riposo e sugli ettari ammissibili lungo i bordi forestali con produzione.

Su tale divieto la Commissione ha fornito dei chiarimenti aggiuntivi riguardanti l’utilizzo delle sementi trattate. In base a quanto dichiarato dalla Commissione, non è possibile utilizzare semente trattata sulle superfici sopra indicate (colture azotofissatrici, terreni lasciati a riposo ed ettari ammissibili lungo i bordi forestali con produzione) dichiarate ai fini EFA.

Tale interpretazione deriva dal fatto che i prodotti utilizzati sulle sementi trattate diventano attivi nel terreno una volta che si effettua la semina.

Al momento della semina, quindi, è importante verificare che la semente che si sta utilizzando non sia trattata con prodotti per la protezione delle piante.

Si ricorda che a seguito dell’applicazione della parte agricola del Regolamento Omnibus, il fattore di ponderazione delle azotofissatrici utilizzate ai fini EFA è aumentato da 0,7 a 1. Ciò consente di avere a disposizione una maggiore superficie ai fini EFA in quanto ogni ettaro concorre a pieno al raggiungimento del 5% di EFA. Ad esempio, un’azienda di 100 ettari che utilizza le azotofissatrici ai fini EFA, dovrà destinare a tale coltura 5 ettari, anziché 7,14.

Gli Uffici Coldiretti sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.