Misura : 4.4 PSR- Investimenti non produttivi collegati al raggiungimento degli obiettivi agro-climatici-ambientali
Elementi naturaliformi dell'agroecosistema

Regione Piemonte

Data di apertura 31-05-2019

Data indicativa di scadenza 31-07-2019 ore 23:59



L’intervento è finalizzato a sostenere investimenti non produttivi (realizzati sul territorio della Regione Piemonte) riconducibili all’introduzione, al ripristino o ampliamento di formazioni arbustive o arboree, di aree umide e altri elementi che permettano di favorire la biodiversità, il miglioramento della qualità del paesaggio agrario e, in generale, il conseguimento di obiettivi agro-climatico-ambientali.

La finalità è quella di sostenere la realizzazione di elementi naturaliformi attraverso i quali costituire fasce tampone lungo fossi, scoline, corsi d’acqua, tratti di connessione ecologica, zone di rifugio, alimentazione e riproduzione per la fauna inframezzate alle coltivazioni, elementi aventi lo scopo di generare un graduale miglioramento del paesaggio.

Soggetti beneficiari sono: agricoltori ed associazioni di agricoltori; associazioni miste di agricoltori e altri gestori del territorio; consorzi irrigui; altri gestori del territorio (Enti pubblici: Province, Unioni di Comuni, Comuni, Enti di gestione parchi nazionali, soggetti gestori di aree protette, autorità di bacino regionali ed interregionali / Fondazioni ed Onlus qualora abbiano tra i propri scopi e/o finalità la gestione del territorio).

Ogni soggetto richiedente può presentare una sola domanda di sostegno.

Sono da ritenersi ammissibili gli interventi finalizzati alla realizzazione di:

  • Formazioni arbustive e/o arboree (siepi campestri, filari, fasce boscate, piccole formazioni boschive, alberi isolati);
  • Zone umide (fontanili, maceri, altre zone umide);
  • Strutture per la fauna selvatica (nidi per uccelli, nidi per rapaci notturni, nidi per pipistrelli, altre strutture per la fauna selvatica);
  • Strutture per la fruizione ecocompatibile di aree di pregio ambientale o paesaggistico (strutture per l’osservazione della fauna, allestimento zone di sosta, segnaletica e pannelli informativi).

Rientrano, invece, tra gli interventi non ammissibili: gli investimenti nel settore forestale, gli investimenti realizzati su prati, prati-pascoli e prati permanenti, impianto o espianto di siepi e filari di recinzione per abitazioni, realizzazione di impianti di irrigazione fissi, la manutenzione degli investimenti oggetto del sostegno.

Il contributo (non cumulabile con altre eventuali tipologie di aiuti riguardanti il medesimo investimento) è riconosciuto in conto capitale, in misura percentuale pari al 100% delle spese ammesse a finanziamento (spesa massima ammissibile: € 150 mila / spesa minima ammissibile: € 500,00).

La dotazione finanziaria del bando si attesta in € 876 mila.



Per informazioni recati all’Ufficio zona Coldiretti.