Misura : 5 PSR - Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato …

Sottomisura : 5.1 PSR- Investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze delle calamità naturali, avversità climatiche

Prevenzione dei danni connessi ad avversità atmosferiche - gelo. Acquisto e messa in opera di ventilatori e/o bruciatori con funzione antibrina

Regione Piemonte

Data di apertura 15-10-2021

Data indicativa di scadenza 15-03-2022 ore 23:59



L’intervento sostiene, per la prima volta a livello di Regione Piemonte (per quanto concerne l’attuale periodo di programmazione), la realizzazione di investimenti costituiti da impianti di protezione dalle gelate, ovvero l’acquisto di ventilatori e/bruciatori con funzione antibrina.

Ogni impianto deve essere riconducibile alla difesa attiva di uno specifico prodotto.

Soggetti beneficiari sono gli imprenditori agricoli in possesso della qualifica di agricoltore in attività (indipendentemente dalla natura giuridica dell’azienda).

Tale requisito deve essere posseduto all’atto della presentazione della domanda e permanere fino alla data di conclusione del vincolo di destinazione degli interventi (durata vincolo: 10 anni).

Il sostegno consiste in un contributo in conto capitale, riconosciuto in misura pari al 50% delle spese effettivamente sostenute e ritenute ammissibili (per ogni singolo impianto).

Sono da considerarsi ammissibili le seguenti tipologie di spese (sostenute dopo la presentazione della domanda di sostegno):

– acquisto materiali ed attrezzature (anche in leasing) fino a copertura del valore di mercato del bene;

– acquisto e messa in opera di ventilatori e/o bruciatori con funzione antibrina;

– spese generali e tecniche (cosiddetti costi immateriali) connesse con la realizzazione dei citati interventi (entro il limite del 12% delle spese ammisibili).

Sono esclusi gli investimenti riguardanti frutteti o vigneti non professionali, irrazionali, misti, i prati arborati e le alberature sparse.

La realizzazione degli interventi ammessi a contributo è previsto debba avvenire entro il 30 aprile 2023 (possibile chiedere una sola, eventuale, proroga per un periodo massimo di 90 giorni).

La domanda di pagamento a saldo è stabilito debba essere presentata entro il termine di 30 giorni dalla citata scadenza del 30/04/2023.

La dotazione finanziaria del bando si attesta in 1,5 milioni di euro.

 

 



Per informazioni recati all’Ufficio zona Coldiretti.