Misura : 5.2 PSR- Investimenti per il ripristino del potenziale produttivo danneggiato da calamità naturali, avversità climatiche
Sostegno a investimenti per il ripristino dei terreni agricoli e del potenziale produttivo danneggiati da calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici

Regione Basilicata

Data di apertura 16-05-2018

Data indicativa di scadenza 15-07-2018 ore 02:00



Obiettivo:

Sostenere la realizzazione di investimenti per il ripristino dei terreni e del potenziale produttivo e zootecnico danneggiato e/o distrutto da eventi avversi;

Dotazione finanziaria:

€ 6.000.000,00

 

Territorio di applicazione:

Provincia di Matera: Accettura, Aliano, Bernalda, Calciano, Colobraro, Craco, Ferrandina, Garaguso, Gorgoglione, Grassano, Grottole, Irsina, Matera, Miglionico, Montalbano Jonico, Montescaglioso, Nova Siri, Oliveto Lucano, Pisticci, Policoro, Pomarico, Rotondella, Salandra, San Giorgio Lucano, San Mauro Forte, Scanzano Jonico, Stigliano, Tricarico, Tursi, Valsinni;

Provincia di Potenza: Abriola, Acerenza, Albano di Lucania, Anzi, Armento, Atella, Avigliano, Banzi, Baragiano, Bella, Brienza, Brindisi Montagna, Calvello, Campomaggiore, Cancellara, Castelluccio Superiore, Castelmezzano, Chiaromonte, Corleto Perticara, Filiano, Forenza, Gallicchio, Genzano di Lucania, Ginestra, Grumento Nova, Guardia Perticara, Lagonegro, Latronico, Laurenzana, Lauria, Lavello, Marsico Nuovo, Marsicovetere, Maschito, Melfi, Missanello, Montemilione, Muro Lucano, Noepoli, Oppido Lucano, Palazzo San Gervasio, Paterno, Pescopagano, Picerno, Pietrapertosa, Pignola, Potenza, Rapolla, Rapone, Rionero in Vulture, Ripacandida, Roccanova, Rotonda, San Fele, San Martino d’Agri, San Severino Lucano, Sant’Angelo Le Fratte, Sant’Arcangelo, Sarconi, Satriano di Lucania, Senise, Spinoso, Tito, Tolve, Tramutola, Trecchina, Vaglio Basilicata, Venosa, Vietri di Potenza, Viggianello, Viggiano;

 

Beneficiari:

Imprenditori agricoli;

 

Tipologia di aiuto:

Conto capitale, con aiuto pari al 100% della spesa ammessa, massimale di € 70.000,00 per beneficiario;

 

Condizioni di ammissibilità:

  • Evento calamitoso verificatosi nel periodo dal 5 al 12 gennaio 2017;
  • Il beneficiario deve risultare impresa agricola ai sensi dell’art. 2135 codice civile;
  • L’azienda oggetto di intervento deve essere collocata nell’area delimitata dalle Deliberazioni della giunta regionale,  n. 174/2017 e n. 331/2017;
  • L’evento calamitoso deve aver causato il danneggiamento e/o la distruzione di non meno del 30% del potenziale agricolo interessato;
  • Titolarità dei terreni oggetto degli interventi;

Spesa non ammissibile:

  • Aiuti al funzionamento;
  • Beni assicurabili con agevolazioni Pon di Sviluppo rurale;
  • Beni di consumo (sementi, fertilizzanti);
  • Mancati guadagni;
  • I.V.A;

 

Modalità di presentazione della domanda:

Aggiornamento del fascicolo aziendale presso i CAA convenzionati con Agea;

Inoltro della domanda di aiuto utilizzando il sistema informatico del Sian, entro il 60mo giorno decorrente dalla pubblicazione sul BURB;

SCADENZA 15 LUGLIO 2018

Invio documentazione cartacea e indirizzo PEC/postale:

SCADENZA 22 LUGLIO 2018

 

La documentazione dovrà pervenire entro le suddetta data firmata e trasmessa con PEC all’indirizzo sottomisura5.2@pec.regione.basilicata.it in uno o più file in formato PDF firmati digitalmente dal richiedente o dal tecnico delegato. In alternativa, nei casi previsti dal D.lgs 82/2005 e ss.mm.ii., nonché in casi di impossibilità, detta documentazione potrà essere inviata mediante posta Raccomandata AR, entro il termine perentorio di 67 giorni decorrenti dalla pubblicazione sul BURB al seguente indirizzo:

Regione Basilicata – Dipartimento Politiche Agricole e Forestali – Ufficio Sostegno alle Imprese Agricole, alle Infrastrutture rurali e allo Sviluppo della Proprietà – via Vincenzo Verrastro, 10 – 85100 POTENZA;

In tal caso farà fede il timbro postale e sul plico dovranno essere ben visibili le indicazioni del mittente, e la dicitura: “Bando sottomisura 5.2 – PSR Basilicata 2014/2020 – NON APRIRE”;

 



Per informazioni recati all’Ufficio zona Coldiretti.