Misura : 8.6 PSR- Investimenti in tecnologie silvicole nella trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti delle foreste (art. 26)
Investimenti per incrementare il potenziale economico delle foreste e dei prodotti forestali

Regione Piemonte

Data di apertura 29-03-2021

Data indicativa di scadenza 02-07-2021 ore 12:00



L’intervento di pone l’obiettivo di sostenere, sul territorio della Regione Piemonte, la realizzazione di investimenti finalizzati ad incrementare il potenziale economico delle foreste, il valore aggiunto dei prodotti forestali, oltre che al miglioramento dell’efficienza delle imprese attive nell’utilizzazione e trasformazione, mobilitazione, commercializzazione dei prodotti forestali.

Soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese operanti nel settore forestale (ovvero iscritte all’Albo delle Imprese Forestali del Piemonte).

Sono da intendersi esclusi, invece, gli enti pubblici e le loro associazioni.

Gli investimenti ammissibili a contributo sono da ricondursi all’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, finalizzati alla lavorazione, produzione e prima trasformazione di prodotti legnosi, ovvero alle seguenti macro-categorie:

i) acquisto di macchinari ed attrezzature per il taglio e/o allestimento del legname;

ii) acquisto di macchinari ed attrezzature per il trasporto ed esbosco del legname;

iii) acquisto di macchinari connessi al trattamento e trasformazione della biomassa forestale ad uso energetico, agricolo ed ambientale.

Parallelamente rientrano tra gli interventi finanziabili i costi sostenuti per l’adozione di sistemi di certificazione di gestione forestale sostenibile, di tracciabilità dei prodotti della selvicoltura, di certificazione della qualità dei combustibili legnosi ai sensi della norma UNI EN ISO 17225 (spese ammissibili solo se in abbinamento all’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature).

Sono da ritenersi esclusi, invece, gli investimenti riconducibili al processo di lavorazione industriale del legno, oltre a determinate tipologie di spese quali, a titolo indicativo: l’acquisto di terreni o fabbricati, l’acquisto di beni usati e/o di consumo, nonché quelli realizzati con operazioni di leasing finanziario, ovvero acquistati a rate, l’acquisto di autocarri, carrelli o rimorchi per il trasporto stradale di macchine ed attrezzature dedicate all’abbattimento ed allestimento, l’acquisto di trattori dedicati all’esbosco, l’acquisto di attrezzature per la movimentazione – presso la sola sede aziendale – del legname sul piazzale, gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Dalla data di ammissione a finanziamento, gli interventi è stabilito debbano concludersi entro i successivi 24 mesi con la possibilità di ottenere, esclusivamente per cause di forza maggiore debitamente giustificate, una proroga non superiore a 90 giorni.

L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale, ovvero a fondo perduto pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile.

In tal senso per ogni singola domanda di sostegno è definita una spesa massima ammissibile pari a € 500 mila; la soglia minima è, invece, fissata in € 30 mila.

La dotazione finanziaria del bando si attesta in 3 milioni di euro.

 



Per informazioni recati all’Ufficio zona Coldiretti.