Primo insediamento: ecco le prossime scadenze

28 agosto 2017

Nei prossimi giorni per i giovani delle Marche e dell’Umbria è prevista la chiusura del bando di Primo insediamento dello Sviluppo rurale. Nelle Marche la scadenza è prevista per il prossimo 12 settembre, mentre più vicina è la scadenza in Umbria, fissata per il prossimo 31 agosto. Di seguito il dettaglio delle due regioni.

 

 

Marche

Con la misura di Primo insediamento si intende favorire l’insediamento di giovani agricoltori per garantire il ricambio generazionale nelle imprese agricole marchigiane.

I destinatari sono i Giovani Agricoltori, di età non superiore a 40 anni al momento della presentazione della domanda di aiuto, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda. L’importo del sostegno per il Primo insediamento varia da 35.000 euro a 50.000 euro a seconda dell’ubicazione dell’azienda.

Il Bando prevede l’attivazione, facoltativa, oltre alla Sottomisura 6.1 anche della Sottomisura 4.1 (Investimenti) e 6.4 investimenti strutturali relativi alle seguenti attività connesse all’agricoltura: 1) Agriturismo; 2) Agricoltura Sociale (Agrinido e longevità attiva); 3) Trasformazione di prodotti agricoli solo come input.

 

Umbria

Sostegno a favore di giovani agricoltori di età compresa tra 18 e 40 anni al momento della presentazione della domanda di aiuto alle seguenti condizioni: – abbiano avviato un’impresa agricola da non più di 12 mesi (iscrizione CCIAA); – si siano insediati come capi azienda; – siano in possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali in campo agricolo.

Per la realizzazione del Piano Aziendale il richiedente può utilizzare il sostegno previsto oltre che della misura 6.1.1 anche dagli interventi delle misure 4.1.1 e 6.4.1;

Il sostegno forfettario previsto è pari ad € 50.000,00 per ogni giovane insediato. L’aiuto all’insediamento viene erogato in due rate: la prima, pari al 50% dell’importo, dopo la singola decisione di concedere il sostegno, la seconda a saldo.

 

Gli Uffici Coldiretti sono a disposizione per ulteriori chiarimenti. Scarica l’App TerraInnova per rimanere sempre aggiornato.