Proroga domanda 2017: esito positivo della procedura scritta

4 maggio 2017

Ha avuto esito positivo la procedura scritta avviata dalla Commissione Europea per la proroga della domanda PAC per l’anno 2017, con uno slittamento del termine dal 15 maggio al 15 giugno 2017. Tale proroga sarà ufficiale ed operativa solo successivamente alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del regolamento di modifica.  L’adozione formale da parte della Commissione è prevista per il 12 maggio p.v. a cui seguirà immediatamente la pubblicazione in GU e l’entrata in vigore.

La proroga riguarderà il termine ultimo per la presentazione della Domanda Unica per i Pagamenti diretti (compresa la domanda di accesso alla Riserva nazionale per il 2017 e il termine ultimo per il deposito dei contrati di fornitura del pomodoro da industria) e il termine ultimo per la presentazione delle domande dello Sviluppo rurale relative alle misure a superficie e alle misure connesse agli animali. Successivamente alla pubblicazione del Regolamento sulla GU dell’UE, il MiPAAF emanerà un apposito decreto di recepimento. Nell’ambito dello Sviluppo rurale, le regioni dovranno poi recepire la proroga con proprio provvedimento.

La proroga riguarderà solo la domanda: la disponibilità dei terreni dovrà comunque essere dimostrata con riferimento al 15 maggio.

La proroga consentirà, inoltre, lo slittamento dal 31 maggio al 15 giugno del termine ultimo per la comunicazione delle modifiche apportate alle domande ai sensi dell’articolo 15, paragrafo 1 del Regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014 (senza penalità). Lo slittamento riguarderà anche la possibilità di presentazione (con penalità) delle domande tardive e delle domande di modifica inoltrate nei 25 giorni successivi al 15 giugno (10 luglio).

La proroga della domanda riguarderà anche l’aiuto “de minimis” ai produttori di grano duro in attuazione del DM n.11000 del 02/11/2016.

Gli Uffici Coldiretti sono a disposizione per eventuali chiarimenti.