Stop della Comagri del PE alla proposta CE su divieto trattamenti sulle EFA

5 giugno 2017

La Commissione Europea lo scorso anno, in un’ottica di semplificazione, ha avviato un progetto di modifica del greening attraverso la revisione del Regolamento delegato 639/2014. Tuttavia le modifiche proposte, soprattutto per le Aree di Interesse Ecologico (EFA), non rappresentano per l’agricoltore una vera semplificazione dato che, per le colture azotofissatrici utilizzate ai fini EFA, la modifica prevede il divieto di utilizzo dei trattamenti. Tale modifica comporta maggiori difficoltà anche nelle attività di controllo da parte dell’Amministrazione e, soprattutto, potrebbero avere effetti negativi sul potenziale produttivo in un settore, quello delle colture proteiche, dove l’Italia, ma anche l’intera UE, risulta deficitaria. Infatti, a fronte di tale modifica si avrebbe una forte diminuzione delle superfici investite con tali colture a favore, ad esempio, dei terreni lasciati a riposo, con conseguente azzeramento della produzione.

A fronte di tali motivazioni, nel corso della riunione del 30 maggio della Commissione agricoltura (Comagri) del PE, i deputati hanno votato a favore di un Progetto di proposta di risoluzione volto a bloccare la proposta della Commissione europea.

Successivamente a tale risultato, il dossier sarà trasmesso per il voto alla plenaria del Parlamento che dovrà esprimere il proprio parere sulla proposta di risoluzione in una delle sedute previste nella prima metà di giugno.

Gli Uffici Coldiretti sono a disposizione per eventuali chiarimenti.