La politica di sviluppo rurale rappresenta il  2° pilastro della PAC ed ha l'obiettivo di garantire lo sviluppo sostenibile delle zone rurali. In Italia essa risulta attuata tramite 21 programmi regionali, un Programma nazionale (PSRN) e un Programma Rete Rurale Nazionale 2014-2020.

Nell'Unione europea si contano, per il periodo di programmazione 2014-2020, 118 programmi di cui  23 italiani (sulla base dell’accordo sull'assegnazione dei fondi, siglato il 16 gennaio 2014 dalla Conferenza Stato-Regioni).

Il finanziamento dei costi finanziari richiesti dall'attuazione di tali programmi è ripartito tra Ue (mediante il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale – FEASR-)  e Stati membri (cofinanziamento), ma quest’ultimi sono pienamente responsabili della gestione dei propri programmi.

L‘Italia riceverà per il 2014-2020 un ammontare di risorse Feasr pari a 10.4 miliardi di euro a prezzi correnti, con un incremento del +1,4% rispetto ai 9.138,5 milioni di euro del 2007-2013 (8.986 milioni di euro a prezzi correnti). Queste risorse con l'aggiunta del cofinanziamento nazionale e regionale genereranno un importo di spesa complessivo di circa 21 miliardi di €.

La politica europea di sviluppo rurale mira ad assistere i territori rurali a superare le sfide cui sono confrontati e a realizzare il proprio potenziale attraverso l’osservanza di sei priorità:

1)  promuovere il trasferimento di conoscenze e l’innovazione nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali;

2) potenziare la redditività e la competitività dell’agricoltura attraverso tecnologie innovative e sostenibili, orientamento al mercato, diversificazione delle attività, ricambio generazionale;

3) promuovere le filiere alimentari, il benessere degli animali e la gestione dei rischi nel settore agricolo;

4) preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura, con particolare riguardo a biodiversità, paesaggio, gestione delle risorse idriche, prevenzione dell’erosione e migliore gestione dei suoli;

5) incentivare l’uso efficiente delle risorse e il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al cambiamento climatico;

6) adoperarsi per l’inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali.


Documenti

Presentazione Commissione europea: Stato dell’arte del PEI Agri

Presentazione sullo stato dell’arte del PEI AGRI, Inge Van Oost, DG Agriculture and Rural Development, Commissione Europea. (Ottobre 2016)

LEGGI TUTTO >>

Condizionalità e altri impegni di base (baseline): ecco i materiali dei corsi di aggiornamento

Nell’ambito della Rete Rurale Nazionale, il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha avviato e completato i corsi di aggiornamento per i tecnici di Coldiretti sulla condizionalità e su altri impegni di base per l’accesso agli aiuti (baseline). I corsi si svolgono in videoconferenza e hanno lo scopo di fornire chiarimenti ed aggiornamenti sugli […]

LEGGI TUTTO >>

Studio sullo Sviluppo rurale: Report 2016

Studio sullo Sviluppo rurale: Report 2016 Rural Development Report 2016 – Fostering inclusive rural transformation

LEGGI TUTTO >>

Conferenza di Cork 2.0

A venti anni dalla dichiarazione di Cork del 1996, che ha portato alla nascita della Politica europea di Sviluppo Rurale, si è tenuta una nuova conferenza dal nome Cork 2.0. L’incontro ha portato alla sottoscrizione di una nuova dichiarazione sullo Sviluppo rurale chiamata “Una vita migliore per le zone rurali“.  La nuova dichiarazione conferma molti […]

LEGGI TUTTO >>

Psr e Innovazione: lo stato di attuazione delle Sottomisure 16.1 e 16.2

Il documento approfondisce lo stato di attuazione dei nuovi interventi relativi il tema dell’innovazione e della cooperazione. In particolare è previsto un approfondimento sullo stato di attuazione delle Sottomisure 16.1 e 16.2 dei PSR regionali, al fine di illustrare le scelte delle Regioni per la promozione e diffusione dell’innovazione  nelle aziende agricole e nei territori […]

LEGGI TUTTO >>

Linee guida nazionali di produzione integrata 2017

Linee guida nazionali di produzione integrata 2017 Adesione, Gestione, Controllo/2017 Redatto dal GTA il 07 09 2016 Approvato dall’OTS il 28 09 2016 Per la redazione dei disciplinari regionali/sezione tecniche agronomiche di cui al punto 12.2.2 del documento: SQNPI

LEGGI TUTTO >>

L’agricoltura biologica nei Psr 2014-2020

Il documento illustra le strategie poste in essere dalle Regioni e Province Autonome italiane a favore dello sviluppo del settore biologico nell’ambito dei Programmi di sviluppo rurale 2014-2020. Il lavoro illustra lo stato dell’arte relativamente alle scelte operate dalle diverse Regioni e Province Autonome italiane in merito sia all’adozione della Misura Agricoltura biologica o Misura […]

LEGGI TUTTO >>

Guida al PSR Regione Lombardia 2014-2020

Documento di sintesi al Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Lombardia per il periodo 2014-2020.

LEGGI TUTTO >>

Guida al PSR Regione Lazio 2014-2020

Documento di sintesi delle misure adottate nel Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Lazio per il periodo 2014-2020.

LEGGI TUTTO >>

Linee guida MIPAAF sull’ammissibilità delle spese relative allo sviluppo rurale 2014 – 2020

Il documento stabilisce una serie di disposizioni sull’ammissibilità delle spese del Fondo FEASR in linea con quanto previsto all’art. 65.1 (1) del Reg. (UE) n.1303/2013, recante disposizioni sui Fondi SIE, il quale dispone che le norme sull’ammissibilità delle spese siano adottate a livello nazionale.  

LEGGI TUTTO >>