Misura : OCM Vino - Ristrutturazione e riconversione dei vigneti
Con Deliberazione di Giunta regionale n. 765 del 28 MAGGIO 2018 è stato approvato il bando, per l'annualità 2019, del Programma nazionale di sostegno vitivinicolo per la misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti, di cui al Regolamento (UE) n. 1308/2013, art. 46. Le domande di contributo possono essere presentate dalle imprese agricole del settore vitivinicolo per una o più delle seguenti attività: a) riconversione varietale, b) diversa collocazione/reimpianto di vigneti; c) miglioramenti delle tecniche di gestione dei vigneti. Il termine per la presentazione delle domande è il 30 giugno 2018

Regione Veneto

Data di apertura 01-06-2018

Data indicativa di scadenza 04-06-2018 ore 01:59



Per accedere al bando è necessario essere titolare di una posizione nello schedario viticolo veneto.  I vigneti dovranno essere di varietà atte a produrre vini a DO e IG e sono vincolate al rispetto di quanto previste nelle rispettive schede bacino di appartenenza.

I lavori dovranno iniziare successivamente alla data di presentazione della domanda .

Per il calcolo dell’importo delle spese ammesse di fa riferimento al prezziario regionale e fanno riferimento alle spese previste nell’allegato tecnico. Il contributo è pari al 40% delle spese ammesse.

Vi sono punteggi di priorità legate ai giovani, a IAP o CD e alle aziende con produzioni di vini a DO, varietà autoctone e con sistema di coltivazione a Biologico.

L’importo del Bando a disposizione è di 16.506.686,00€.

Sono ammesse:
1A) azioni collegate all’impianto viticolo oggetto di ristrutturazione:
– estirpazione dell’impianto viticolo
– rimozione delle strutture di supporto (sostegni) e smaltimento
– raccolta e trasporto dei ceppi, radici e altri residui vegetali
1B) azioni collegate alla preparazione del terreno dell’impianto viticolo ristrutturato e/o riconvertito:
– analisi del suolo
– rimozione delle pietre dal suolo (spietramento)
– lavorazione profonda (rippatura, scasso)
– aratura
– erpicatura
– fresatura
– concimazione organica e minerale
1C) azioni collegate alla realizzazione dell’impianto viticolo ristrutturato e/o riconvertito:
– acquisto dei materiali necessari per la realizzazione dell’impianto viticolo (barbatelle, elementi per il
fissaggio delle strutture di sostegno (ancore), tondini di ferro, filo di acciaio, tendifilo, legacci per
pianta e tutto quanto necessario)
– squadro dell’impianto
– realizzazione dell’impianto viticolo (lavoro di messa a dimora del materiale vegetale)
– messa in opera e modifica delle strutture di supporto (sostegni)

2A) azioni collegate alla modifica della pendenza / livello dell’impianto viticolo:
– modifica del profilo del terreno
– livellamento del suolo
– trasformazione e ricostituzione dell’impianto viticolo per permettere l’accesso diretto delle macchine
2B) azioni collegate a terrazze, ciglioni e muri a retta:
– messa in opera, ricostruzione o distruzione di terrazzo, con o senza muri di pietra compresa la
conversione dei piani di raccordo dei terrazzi al servizio del vigneto
2C) azioni collegate alle tecniche di impianto nell’ impianto viticolo ristrutturato:
– messa in opera e modificazioni delle strutture di supporto (sostegni)
2D) azioni collegate all’istallazione o al miglioramento del sistema irriguo di soccorso:
– allestimento e miglioramento dell’impianto di irrigazione del vigneto
Sono ammissibili esclusivamente le strutture atte alla distribuzione lungo il filare di bassi volumi
d’acqua sottochioma (microirrigazione, irrigazione/subirrigazione a goccia). Non sono ammissibili
gli impianti di pompaggio, filtrazione, la realizzazione del pozzo ed in ogni caso tutti materiali e le
opere necessarie al trasporto dell’acqua dalla fonte di approvvigionamento alla testata dei filari del
vigneto



Per informazioni recati all’Ufficio zona Coldiretti.