Via ai corsi di aggiornamento sulla condizionalità e su altri impegni di base

18 febbraio 2017

Nell’ambito della Rete Rurale Nazionale, il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha avviato i corsi di aggiornamento per i tecnici di Coldiretti sulla condizionalità e su altri impegni di base per l’accesso agli aiuti (baseline). I corsi si svolgono in videoconferenza e hanno lo scopo di fornire chiarimenti ed aggiornamenti sugli impegni che rappresentano la condizione di base per poter ricevere gli aiuti della Pac.

In merito alla condizionalità, gli obblighi si distinguono in Criteri di Gestione Obbligatori (Cgo) definiti Atti e in Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali (Bcaa) definite Norme. I primi derivano dall’applicazione di regolamenti e direttive comunitarie, mentre le Bcaa sono definite a livello nazionale (sulla base di obiettivi da perseguire definiti a livello comunitario) e sono relative al corretto mantenimento dei terreni, compresi i prati e i pascoli permanenti.

I soggetti interessato al rispetto della condizionalità sono gli agricoltori e gli allevatori e, in particolare: i beneficiari dei pagamenti diretti; i beneficiari del pagamento del sostegno alla ristrutturazione, riconversione dei vigneti; i beneficiari del pagamento per la vendemmia verde; i beneficiari del premio per la forestazione, l’imboschimento e l’allestimento dei sistemi forestali; nell’ambito dello Sviluppo rurale, i beneficiari delle misure a superficie e del benessere animale. La durata degli impegni varia a seconda della domanda di aiuto presentata.

Prossimamente è prevista l’uscita in Gazzetta Ufficiale del decreto sulla condizionalità per il 2017. In attesa del decreto è comunque possibile consultare e scaricare dalla sezione Documenti della pagina dedicata ai Pagamenti Diretti o allo Sviluppo Rurale i materiali utilizzati nel corso di aggiornamento (slide, documenti, video).

 

Per altre notizie dal mondo agricolo, consulta Il Punto Coldiretti