Xylella, sbloccati 30 milioni per l’olivicoltura della Puglia

21 febbraio 2019

Sbloccati 30 milioni per gli interventi in favore degli olivicoltori colpiti dalla Xylella. Sulla Gazzetta ufficiale dell’11 febbraio è stata infatti pubblicata la delibera del Cipe che rende operativo il budget disponibile a integrazione del Piano “Agricoltura” che conta su uno stanziamento di 400 milioni a valere dalle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020. Il finanziamento di 30 milioni assegnato al «Piano di emergenza per il contenimento di Xylella fastidiosa», predisposto dal Mipaaft, è finalizzato a contrastare

l’espansione del batterio della Xylella che ha colpito il territorio della Regione Puglia e a ripristinare e rilanciare la coltura olivicola e l’economia agricola del territorio interessato. Le risorse in particolare saranno utilizzate, secondo quanto precisa il provvedimento, per le attività di ricerca e sperimentazione (3 milioni di euro); ripristino della potenzialità produttiva (15 milioni) ;prevenzione della diffusione della Xylella e contrasto al vettore (4 milioni) ;rilancio dell’economia nelle aree danneggiate (5 milioni); comunicazione (1 milione); investimenti a supporto di attività ispettive, monitoraggio e diagnostica (1 milione) e potenziamento del servizio fitosanitario (1 milione).