Coronavirus, proroga di 6 mesi per la realizzazione degli investimenti con la Nuova Sabatini​

11 maggio 2020

Dopo la decisione dello slittamento del pagamento delle rate o dei canoni di leasing ai finanziamenti relativi alle agevolazioni della “Nuova Sabatini” il ministero dello Sviluppo economico ha previsto ulteriori flessibilità. Slittano di 6 mesi i termini per la conclusione della realizzazione degli investimenti e gli adempimenti.

In particolare l’invio al Mise della dichiarazione dell’ultimazione dell’investimento e e la richiesta unica di erogazione. Tali proroghe sono concesse d’ufficio. Il Mise rileva infatti che a causa dell’emergenza Covid 19 molte aziende non sono state in grado di realizzare entro i 12 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento gli investimenti pianificati a causa della carenza di liquidità, dei ritardi di produzione, consegna e collaudo dei beni acquistati.

Per questo il Mise ha deciso di concedere un allungamento dei tempi di 6 mesi che valgono per il periodo che include almeno un giorno della sospensione tra il 23 febbraio e il 15 maggio 2020. La stipula dei contratti è fissata entro il 30 giugno.

La Nuova Sabatini è ritenuta importante dalle aziende agricole perché consente di usufruire di agevolazioni anche a misura delle piccole imprese per acquistare beni strumentali, dai trattori a tutte le tipologie di macchinari agricoli.