Bando primo insediamento Ismea, sbloccati altri 10 milioni.

22 novembre 2019

Arrivano ulteriori risorse ai giovani agricoltori per 10.185.317,5 euro. E’ stata pubblicata il 18 novembre la graduatoria delle domande ammesse al primo scorrimento del bando di primo insediamento dell’Ismea. Per quanto riguarda il primo lotto e cioè Regioni del Centro Nord i progetti ammessi sono 6 per un valore di 5.472.742,6 euro. Otto le iniziative non ammesse. Nel secondo lotto che riguarda il Mezzogiorno sono 9 i progetti finanziati per un importo di 4.712.574,9 euro, mentre 7 quelli rimasti fuori. L’Ismea annuncia che è stato autorizzato il secondo scorrimento della graduatoria pubblicata il 5 lugli scorso relativa alle domande che sono state ammesse all’istruttoria ma non finanziabili. Sono 22 le domande interessate del secondo lotto e l’importo complessivo è di 12.600.858,3 milioni. Si ricorda che gli aiuti consistono in un contributo in conto interessi nella misura massima di 70mila euro erogato per il 60% alla conclusione del periodo di ammortamento e il restante 40% alla definitiva attuazione del piano. Il piano di ammortamento varia da 15 anni a 30 in base alla richiesta del giovane. Il bando precisa che i contributi possono essere cumulati con altre agevolazioni.

Le operazioni fondiarie avvengono attraverso l’acquisto della struttura fondiaria e la sua successiva vendita con “patto di riservato dominio” a “cancello aperto” e cioè ad esclusione delle scorte.

L’importo per le operazioni fondiarie è compreso in un range tra un minimo di 250mila euro e un massimo di 2 milioni di euro.

E’ possibile superare la soglia di 2 milioni con la concessione di un mutuo ipotecario di 2 milioni e a garanzia di questo mutuo l’Ismea acquisisce una ipoteca di primo grado sul terreno per un valore pari al 120% del mutuo o su altri beni per arrivare al valore richiesto. Sono comprese anche operazioni inferiori alla soglia minima (tra 100mila e 250mila) se rappresentano un arrotondamento fondiario.