Contratti di filiera: dal 1° ottobre le domande per gli aiuti a mais, legumi e soia

9 luglio 2020

Con la pubblicazione della circolare Agea diventano operativi gli aiuti alle imprese agricole che abbiano sottoscritto contratti di filiera nel settore del mais, legumi e soia della durata di almeno 3 anni. Le domande possono essere presentate dal 1° ottobre 2020 e fino al 16 ottobre. Si tratta delle misure di sostegno alle filiere introdotte dal decreto ministeriale 3432 del 3 aprile 2020 che istituisce un Fondo ad hoc finalizzato a favorire la competitività del settore agricolo e agroalimentare, lo sviluppo e gli investimenti delle filiere, la valorizzazione dei contratti di filiera nel comparto maidicolo e delle proteine vegetali e il miglioramento della capacità di autoapprovvigionamento.

Lo stanziamento è di 11 milioni per il mais ( 5 milioni per il 2020 e 6 milioni per il 2021), e 9 milioni per legumi e soia (4,5 milioni per il 2020 e 2021).

Il Contratto può essere sottoscritto tra imprenditore agricolo e impresa di trasformazione, cooperativa, Consorzio agrario, Op e impresa di trasformazione, imprenditore agricolo, centro di stoccaggio e altri soggetti della fase della commercializzazione con contratto sottoscritto con industria di trasformazione.

L’aiuto è commisurato alla superficie agricola coltivata a mais, legumi (pisello da granella, fagiolo, lenticchia, cece, fava e favino da granella) e soia (nel limite di 50 ettari).

Per la campagna di quest’anno l’aiuto è pari a 100 euro per ogni ettaro coltivato a mais o proteine vegetali.

Gli operatorio interessati possono prendere contatti con il Caa Coldiretti per gli adempimenti necessari alla presentazione delle domande.