Fondo latte 2017, al via dal 1° giugno al 30 giugno le domande per 25 milioni di euro

6 giugno 2017

Con la recente modifica normativa, che ha esteso anche al settore suinicolo le agevolazioni già previste per il settore lattiero-caseario, è possibile ora accedere ad una ulteriore misura destinata alla copertura dei costi sostenuti per interessi maturati su mutui bancari negli anni 2015 e 2016. Le imprese interessate possono presentare la relativa richiesta nel periodo che va dal 1° giugno 2017 al 30 giugno 2017.

L’agevolazione è riconosciuta nell’ambito delle regole del “de minimis” per un importo massimo di 15.000 euro. La dotazione finanziaria per il 2017 ammonta a 25 milioni di euro.

Per le imprese produttrici di latte bovino che risultino in regola con i pagamenti dei prelievi sulle eccedenze di produzione lattiera, il contributo previsto può intervenire su finanziamenti bancari rivolti ad una o più delle seguenti finalità:

a) investimenti finanziati mediante prestiti a medio e lungo termine a valere sul Fondo Credito;
b) consolidamento di passività a breve della stessa banca;
c) consolidamento di passività a breve di banche diverse rispetto alla banca finanziatrice;
d) pagamento dei debiti commerciali a breve.

La concessione del contributo potrà inoltre essere finalizzata alla copertura di interessi passivi e in tal caso è subordinata alla presentazione di un’attestazione rilasciata dalla banca erogatrice del mutuo, riportante gli estremi del finanziamento ed il dettaglio degli importi per interessi corrisposti dall’interessato negli anni 2015 e 2016. Tale ultima misura è estesa anche alle imprese che operano nel settore suinicolo.

Gli Uffici Coldiretti sono a disposizione per ulteriori approfondimenti.