Misura : 8.5 PSR- Investimenti diretti ad accrescere la resilienza, il pregio ambientale degli ecosistemi forestali (art. 25)
Investimenti per accrescere resilienza e pregio ambientale degli ecosistemi forestali

Regione Piemonte

Data di apertura 24-10-2019

Data indicativa di scadenza 04-02-2020 ore 12:00



L’operazione è finalizzata a sostenere interventi aventi lo scopo di accrescere la resilienza ed il pregio ambientale degli ecosistemi forestali del Piemonte.

Sono da intendersi, quindi, ammissibili gli investimenti che prevedono:

  • la diversificazione strutturale e specifica dei popolamenti forestali, per favorire le naturali dinamiche in atto e la tutela delle specie rare e meno rappresentate;
  • la riqualificazione ed il miglioramento di ecosistemi boschivi e di ecosistemi ad essi collegati (prati, pascoli, …), per la conservazione ed il miglioramento di habitat di pregio ambientale e di interesse paesaggistico;
  • la valorizzazione delle superfici forestali in termini di pubblica utilità a fini ricreativi, turistici, didattici e culturali.

Soggetti beneficiari sono i proprietari e/o gestori di foreste private e/o pubbliche, singoli o associati.

Per gestori si intendono le persone fisiche o i soggetti di qualunque forma giuridica, che abbiano la completa disponibilità delle superfici inserite in domanda (sono, qundi, consideranti gestori: gli affittuari o gli altri soggetti che abbiano la titolarità giuridica ad assumere gli impegni e compiere le azioni conseguenti).

Ogni richiedente può presentare, singolarmente o come capofila di una forma associata, una sola domanda (lo stesso richiedente può assumere la posizione di componente, non capofila, in altre domande).

Tra le condizioni di ammissibilità che occorre rispettare per poter essere ammessi al sostegno, si rileva:

  • Possesso delle superfici oggetto di intervento per un periodo pari ad almeno la durata dell’impegno (vincolo di destinazione d’uso per un periodo minimo di 10 anni);
  • Necessità che le superfici oggetto di intervento rientrino nella definizione di bosco;
  • Gli investimenti devono interessare una superficie minima di 10 ettari per domanda ed una superficie massima di 100 ettari (in presenza di più corpi, ciascuno di questi deve avere una superficie minima di 3 ettari se in montagna, ovvero di 1,5 ettari se in collina o pianura);
  • Il richiedente non deve presentare posizioni debitorie (in primis di natura previdenziale), né essere stato condannato con sentenza passata in giudicato in relazione ad una serie di specifici reati.

Il sostegno consiste in un contributo pari al 100% della spesa ritenuta ammissibile (importo massimo erogabile: € 350 mila per ogni domanda).

L’importo minimo della spesa ammissibile è fissato in € 50 mila.

Gli interventi finanziati dovranno essere conclusi entro il 12/04/2022.

Gli stessi, per un periodo di 5 anni dalla data di pagamento del saldo finale, non potranno essere oggetto di modifiche ed essere adeguatamente manutenuti (in termini di manutenzione ordinaria e straordinaria).

Per il medesimo periodo (5 anni dalla data di pagamento del saldo finale), inoltre, dovrà garantito il libero accesso del pubblico ai sentieri, percorsi, itinerari, aree di sosta e punti panoramici oggetto di contributo.

La dotazione finanziaria del bando si attesta in €uro 1.880.000,00.

 



Per informazioni recati all’Ufficio zona Coldiretti.