Ortofrutta, Italia prima per fondi Ue ma sulle OP è sorpasso Spagna

25 aprile 2017

L’Italia è risultata complessivamente il primo paese beneficiario dei fondi Ue destinati al settore ortofrutticolo con 262,5 milioni di euro (22,4%) su un totale di 1.172,7. Nell’esercizio 2016, la spesa complessiva comunitaria per il finanziamento dei programmi operativi delle OP ortofrutticole è stata di 862,4 milioni di euro.

L’Italia con 241,7 milioni (28,% della spesa complessiva) scende al secondo posto (1° la Spagna con 252,7 milioni di euro, pari al 29,3% del totale e 3° la Francia con il 14,0%). Nelle Regioni Valle d’Aosta, Liguria, Toscana e Sardegna, nell’anno solare 2016 si aggiunge l’aiuto finanziario nazionale autorizzato dalla Commissione per 2,76 milioni di euro.

Le OP che in Italia hanno presentato il programma operativo nel 2016 sono state 288. Di queste 28 hanno richiesto di usufruire anche dell’aiuto supplementare nazionale. L’Italia è poi retrocessa al 2° posto come paese beneficiario anche nel programma Frutta nelle scuole, con 20,5 milioni di euro di spesa (18,6% del totale), preceduta dalla Germania con 24 milioni di euro (21,8% della spesa complessiva).

Complessivamente i numeri rimangono importanti, ma la perdita del primato di spesa nei programmi operativi fotografa una maggiore dinamicità del sistema spagnolo, evidente anche nei risultati di mercato. E’ pertanto necessario un cambio di passo nell’operatività delle OP ortofrutticole italiane.