In cinquemila pastori e agricoltori al summit con Prandini

8 aprile 2019

Quasi cinquemila tra agricoltori, allevatori e pastori hanno partecipato al summit della Coldiretti in Sardegna con il presidente nazionale Ettore Prandini, il segretario generale Vincenzo Gesmundo e il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini a Cagliari. In una fiera gremita con molte persone rimaste in piedi, Salvini è stato accolto dal presidente della Coldiretti Sardegna, Battista Cualbu, ricevendo in dono “Sa Bertula”, l’antica bisaccia dei pastori simbolo della tenacia del popolo sardo a difesa delle proprie tradizioni.

Il vicepremier ha annunciato davanti all’assemblea il suo impegno per la difesa del Made in Italy dalle imitazioni anche negli accordi internazionali, a cominciare da quello in discussione sul Mercosur. Al vicepremier gli agricoltori e i pastori della Coldiretti hanno rivolto anche un appello affinché si favorisca la programmazione di filiera garantendo un equo compenso agli agricoltori superiore ai costi di produzione ponendo fine a speculazioni e distorsioni di mercato. Una esigenza per valorizzare le grandi potenzialità dell’agroalimentare sardo che – conclude la Coldiretti – è stato protagonista di una maxiesposizione visitata dal vicepremier.