Condizionalità della Pac, cos’è e quando si applica

23 ottobre 2017

Il termine condizionalità sta ad indicare la condizione minima da rispettare per il percepimento degli aiuti previsti dalla Politica Agricola Comune (Pac) e deriva dal fatto che condiziona l’importo degli aiuti comunitari liquidabili. La disciplina relativa alla condizionalità si compone di due tipologie di impegni: i Criteri di Gestioni Obbligatori derivanti dall’applicazione di regolamenti e direttive comunitarie e le Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali, dette anche norme, definite a livello nazionale e relative al corretto mantenimento dei terreni.

Perché la condizionalità 
La condizionalità nell’ambito della Pac ha come obiettivi fondamentali la sicurezza alimentare dei consumatori, la tutela dell’ambiente e il benessere degli animali. Gli interessati al rispetto degli impegni e dei divieti della condizionalità sono gli agricoltori e gli allevatori, vale a dire coloro che forniscono gli alimenti alla collettività e contribuiscono alla salvaguardia dell’ambiente, del paesaggio e della biodiversità. Di contro la società chiede una maggiore attenzione alla sicurezza alimentare, alle tematiche ambientali e al benessere degli animali.

Chi è interessato dalla condizionalità
I soggetti che devono rispettare gli impegni della condizionalità sono i beneficiari dei seguenti aiuti:
• pagamenti diretti;
• pagamento del sostegno alla ristrutturazione, alla riconversione dei vigneti e di quello a favore della vendemmia verde;
• premio per il sostegno alla forestazione, all’imboschimento e all’allestimento di sistemi agroforestali;
• pagamenti agro-climatico-ambientali, per l’agricoltura biologica, per l’indennità natura 2000 e le indennità connesse alla direttiva quadro sull’acqua, le indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici, i pagamenti per il benessere degli animali, il pagamento ai servizi silvo-ambientali e climatici e alla salvaguardia delle foreste.

Durata degli impegni 
La durata degli impegni della condizionalità varia a seconda della domanda presentata. Per la Domanda unica di pagamento e/o le domande di pagamento del Programma di Sviluppo Rurale (PSR), gli impegni devono essere rispettati per la durata dell’intero anno civile in cui è stata presentata la domanda. Se, in qualsiasi momento di un dato anno civile, le regole di condizionalità non sono rispettate e tale inadempienza è imputabile direttamente al beneficiario, si applicano le riduzioni all’aiuto.

I beneficiari del pagamento del sostegno alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti devono, invece, rispettare gli impegni per i tre anni successivi alla riscossione dei pagamenti citati, mentre i beneficiari del pagamento dei programmi di sostegno per la vendemmia verde devono rispettare gli impegni della condizionalità nell’anno successivo alla riscossione di tale pagamento. Pertanto per tali beneficiari la decurtazione degli aiuti comunitari si applica nel caso in cui si riscontri il mancato rispetto delle regole di condizionalità in qualsiasi momento nei tre anni successivi all’anno civile in cui è stato concesso il primo pagamento per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti o in qualsiasi momento dell’anno successivo all’anno civile in cui è stato concesso il pagamento per la vendemmia verde. Dal 2017 le riduzioni ed esclusioni si applicano anche quando l’importo è pari o inferiore a 100 euro per beneficiario e per anno civile. Resta fermo l’obbligo di porre in atto le azioni correttive notificate al beneficiario dall’Autorità competente.

 

Il presente articolo rientra nel progetto di Coldiretti Terr@Informa (Agri 2017/0160), cofinanziato dalla Commissione Europea, grazie al quale saranno periodicamente pubblicati approfondimenti sui singoli obblighi previsti dalla Condizionalità e dal Greening. I pareri in esso espressi impegnano soltanto l’autore e la Commissione Europea declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in esso contenute. Gli Uffici Coldiretti sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.