Fondi Pon Imprese e Competitività estesi alle imprese agricole

28 maggio 2018

Presentati a Roma, in occasione del Forum PA 2018, i nuovi interventi agevolativi dell’Asse 1- Innovazione del Pon Imprese e Competitività a favore dei progetti nei settori “Agrifood”, “Fabbrica intelligente” e “Scienze della Vita”.  I nuovi bandi, ormai prossimi alla pubblicazione, per la prima volta prevedono l’accesso alle risorse del Pon Ic, per il solo settore Agrifood, anche delle imprese agricole, in collaborazione con altri soggetti imprenditoriali.

Coerentemente con la Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente potranno essere finanziati, ad esempio, progetti di ricerca per lo sviluppo, di processi produttivi intelligenti, adattabili e “verdi”, di tecnologie alimentari innovative, di sistemi per la riduzione degli scarti e per la valorizzazione dei sottoprodotti.

L’intervento del Pon, a seguito della riprogrammazione del dicembre scorso, è stato esteso anche al Centro – Nord. Le risorse stanziate complessivamente per l’Asse 1 ammontano a 1.159.237.052 miliardi di euro, di cui 913,28 mln per le Regioni meno sviluppate (Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia), 150,84 per le Regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna), 95,12 mln per le Regioni più sviluppate.

Questi ultimi saranno erogati nell’ambito di una procedura negoziale per la sottoscrizione di Accordi di innovazione tra le imprese, soggetti proponenti di progetti di grandi dimensioni (tra i 5 e i 40 milioni di euro), da una parte, il Ministero dello Sviluppo economico e le Regioni/Province, dall’altra.

La procedura a sportello, per le restanti risorse, sarà rivolta alle regioni del Sud Italia e a quelle in transizione. Nell’ambito delle singole proposte progettuali, il 35% delle attività potrà, tuttavia, essere realizzato nelle regioni centrali e settentrionali.

I progetti, il cui valore dovrà essere superiore agli 800.000 e fino a 5 milioni di euro, dovranno avere una durata compresa tra i 18 e i 36 mesi. Il finanziamento consisterà in un contributo diretto alla spesa (con percentuali differenziate in funzione della dimensione dell’impresa richiedente e della tipologia di ricerca proposta) e in un finanziamento agevolato pari al 20% dei costi ammissibili.

Le risorse a bando per il settore Agrifood (oltre 200 milioni di euro) consentiranno alle aziende agricole di giocare l’importante ruolo che è stato loro riconosciuto: la partecipazione al bando sarà l’occasione per dimostrare che l’applicazione dell’innovazione nel settore agroalimentare non può non passare attraverso la fase a monte della produzione primaria.