L'Organizzazione Comune dei Mercati (OCM Unica) costituisce, insieme ai Pagamenti Diretti, il Primo Pilastro della PAC. Gli interventi di mercato sono racchiusi nel Reg. 1308/2013,  che ha sostituito il precedente Reg. 1234/2007. Il regolamento contiene tutte le norme riguardanti il mercato interno, l’intervento pubblico, l’ammasso privato, i regimi di aiuto relativi ad alcuni settori, le norme di commercializzazione, le organizzazioni dei produttori, gli scambi con i Paesi terzi. Nell'OCM una grande novità è stata introdotta con il Regolamento 1234/2007 che ha portato alla realizzazione di un'unica OCM, in sostituzione delle precedenti 21 OCM previste per diversi settori.

Le misure di mercato, come l’intervento pubblico e l’aiuto all’ammasso privato, attualmente presenti nella Pac, vengono in gran parte mantenute, ma riducendole a “reti di sicurezza”. Gli interventi di mercato sono limitati ai seguenti:

  • intervento pubblico nei settori frumento tenero, frumento duro, orzo, mais, riso, carne bovina, burro, latte scremato in polvere; è soppresso l’intervento per il sorgo;
  • ammasso privato nei settori zucchero, olio d’oliva, carne bovina, carne suina, carne ovina e caprina, burro, latte scremato in polvere, formaggi a pasta dura.

I prezzi di riferimento rimarranno invariati:

  • cereali: 101,31 €/t;
  • risone: 150 €/t;
  • zucchero bianco: 404,40 €/t;
  • zucchero grezzo: 335,20 €/t;
  • carcasse di bovini maschi della qualità R3: 2.224 €/t;
  • burro: 246,39 €/100kg;
  • latte scremato in polvere: 169,80 €/100kg;
  • carcasse di suino: 1.509,39 €/t.

Gli strumenti di regolazione dell’offerta, in particolare le quote (latte, zucchero, vigneti), sono progressivamente aboliti. In particolare, il regime delle quote latte è stato abolito a partire dal 1° aprile 2016, mentre i diritti di impianto dei vigneti dal 1° gennaio 2016 e sostituiti da un nuovo regime di autorizzazioni. Prevista, invece, dal 1° ottobre 2017 l'abolizione delle quote zucchero. Dopo la fine delle quote, lo zucchero bianco potrà beneficiare degli aiuti all’ammasso privato; per questo rimangono in vigore le disposizioni che disciplinano gli accordi fra gli zuccherifici e i coltivatori.

Il Reg. 1308/2013 estende a tutti i settori il modello dell’ortofrutta, prevedendo:

  • lo stimolo delle relazioni contrattuali;
  • la trasparenza e il funzionamento dei mercati;
  • il rafforzamento del ruolo delle OP, delle AOP e delle OI, tramite l’esenzione dalle norme antitrust;
  • il rafforzamento degli aiuti alle OP e alle AOP, il cui finanziamento è previsto nell’ambito della politica di sviluppo rurale.

Per quanto riguarda la qualità, l’Ocm unica stabilisce inoltre le norme di commercializzazione, compreso il concetto di “luogo di produzione”. Le nuove misure di mercato, non potendo assicurare la stabilizzazione dei prezzi con i vecchi strumenti della Pac, prevedono di raggiungere questo obiettivo tramite il rafforzamento del ruolo dei produttori: OP, AOP, OI, contratti. Le organizzazioni dei produttori e le organizzazioni interprofessionali possono essere riconosciute per tutti i settori, allo scopo di rafforzare il potere contrattuale degli agricoltori nella filiera agroalimentare. Sono previste nuove possibilità di costituzione di questi tipi di organizzazioni il cui finanziamento è previsto all’interno della politica di sviluppo rurale. Si prevede inoltre che gli agricoltori possano negoziare contratti collettivi per l’olio d’oliva e le carni bovine, i cereali e taluni altri seminativi. È prevista la programmazione produttiva per i prosciutti crudi a denominazione d’origine.

 

 


Notizie

16 novembre 2017

Omnibus: via libera al voto per l’applicazione a partire dal 2018

Sono state raccolte le nostre sollecitazioni sul testo relativo alla parte agricola della proposta Omnibus su cui si è raggiunto un accordo politico affinchè possa essere applicata nei tempi previsti e cioè a partire dal 1° gennaio 2018. E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nell’esprimere apprezzamento per il via libera al voto […]

LEGGI TUTTO >>

14 novembre 2017

Condizionalità: gli impegni da rispettare sui terreni vicini ai corsi d’acqua

Per proteggere le acque superficiali e sotterranee, nell’ambito della condizionalità è previsto il rispetto di alcuni impegni sui terreni adiacenti ai corsi d’acqua. Gli impegni che le aziende devono rispettare, che rientrano nella norma numero 1 delle Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali (definita BCAA 1), sono i seguenti: 1. Divieto di fertilizzazione. E’ vietato applicare fertilizzanti […]

LEGGI TUTTO >>

13 novembre 2017

Pac e redditi, le novità dell’Omnibus vanno applicate dal 1° gennaio 2018

E’ necessario che il testo relativo alla parte agricola della proposta Omnibus su cui si è raggiunto un accordo politico possa essere applicato nei tempi previsti e cioè a partire dal 1° gennaio 2018. E’ quanto scrive il Presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo in una lettera inviata al Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani e […]

LEGGI TUTTO >>

6 novembre 2017

Condizionalità, cosa fare quando le acque per l’irrigazione sono soggette ad autorizzazione

Al fine di assicurare un minimo livello di protezione delle acque, nell’ambito della condizionalità è previsto il rispetto delle procedure di autorizzazione (concessione, licenza di attingimento, ecc.) quando l’utilizzo delle acque a fini di irrigazione è soggetto ad autorizzazione a titolo gratuito od oneroso, ai sensi della normativa vigente. La norma che prevede tale obbligo […]

LEGGI TUTTO >>

30 ottobre 2017

Condizionalità, ecco gli impegni per l’uso dei prodotti fitosanitari

La condizionalità prevede impegni specifici per le aziende che utilizzano prodotti fitosanitari. Tali prescrizioni rientrano all’interno dell’Atto denominato CGO 10 ed interessano tutte le aziende agricole che acquistano e/o utilizzano prodotti fitosanitari. L’azienda che utilizza prodotti fitosanitari deve rispettare i seguenti impegni: 1. rispetto delle prescrizioni di utilizzo previste nell’etichetta del prodotto impiegato; 2. presenza in azienda […]

LEGGI TUTTO >>

15 ottobre 2017

Ok alla Riforma della Pac, passo avanti per la semplificazione

Si tratta di primo passo importante nella direzione della semplificazione e del miglioramento delle regole della Politica agricola comune ma molto resta da fare per una riforma che sappia premiare il lavoro e combattere le rendite.  E’ quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo all’indomani dell’accordo raggiunto tra le Istituzioni comunitarie sulla riforma […]

LEGGI TUTTO >>

10 giugno 2017

App TerraInnova Coldiretti sullo Sviluppo rurale, 3 mila giovani incontrati in tutta Italia

Dopo il lancio ufficiale dell’APP TerraInnova Coldiretti sullo Sviluppo rurale (clicca qui per scaricarla sul tuo telefonino o tablet)  a fine marzo, si sono tenuti in tutta Italia incontri specifici con i giovani agricoltori al fine di illustrare le funzionalità dell’App come strumento di avvicinamento al mondo agricolo. Gli incontri, che hanno interessato tutte le […]

LEGGI TUTTO >>

16 maggio 2017

SARDEGNA – Presentata l’App TerraInnova all’incontro “I giovani e l’agricoltura di precisione”

L’informazione giusta in tempo reale sul proprio smartphone. E’ l’obiettivo diventato realtà grazie a TerraInnova la nuova app di Coldiretti sullo Sviluppo Rurale presentata questa mattina a Nuoro davanti a circa 300 giovani provenienti da tutta la Sardegna. L’incontro promosso da Coldiretti con il contributo della Commissione Europea, si è tenuto nell’aula magna dell’istituto Agrario […]

LEGGI TUTTO >>

11 maggio 2017

OP Ortofrutta, servono parametri bassi

Procedono i lavori al Ministero delle Politiche Agricole per l’aggiornamento degli strumenti nazionali per l’applicazione dell’Ocm ortofrutta. Uno dei punti più controversi rimane quello dei parametri minimi di riconoscimento delle Op (Organizzazioni di prodotto). Il Mipaaf propone di elevare i parametri minimi (sia il numero dei soci, attualmente 10, che il fatturato, attualmente 2.500,000 euro, […]

LEGGI TUTTO >>

5 maggio 2017

CONSULTAZIONE PUBBLICA PAC: ITALIA SUL PODIO DELLE PARTECIPAZIONI

Si è conclusa lo scorso 2 maggio la Consultazione Pubblica sulla PAC avviata il 2 febbraio 2017 dalla Commissione Europea. In base ai primi dati forniti dalla Commissione, l’Italia ha partecipato in modo molto attivo piazzandosi al terzo posto in termini di partecipazione con il 12% dei questionari inviati, pari 38.425 invii. I contributi ricevuti […]

LEGGI TUTTO >>