Aiuti di stato, slitta al 30 giugno 2021 la scadenza del quadro temporaneo per l’emergenza Covid-19

20 ottobre 2020

La Commissione europea, con Comunicazione pubblicata in Gazzetta ufficiale Ue del 13 ottobre luglio u.s., ha introdotto una quarta modifica del quadro temporaneo succitato.
al Quadro temporaneo introdotto per l’emergenza Covid-19, che ne proroga la scadenza dal 31 dicembre 2020 al 30 giugno 2021.
Inoltre, è ampliato il ventaglio delle misure attuabili al fine di sostenere ulteriormente le imprese che subiscono perdite significative di fatturato.

Per quanto riguarda la scadenza del quadro temporaneo, prevista per il 31 dicembre 2020 fatta eccezione per le misure di ricapitalizzazione che potevano essere
concesse fino al 30 giugno 2021, la modifica introdotta proroga le disposizioni del quadro temporaneo alle soglie attuali per altri sei mesi, fino al 30 giugno 2021, ad eccezione
delle misure di ricapitalizzazione prorogate fino al 30 settembre 2021.
Inoltre, è introdotta una nuova misura per consentire agli Stati membri di sostenere le imprese che subiscono un calo del fatturato di almeno il 30 % rispetto allo stesso periodo del 2019 a causa della pandemia. Il sostegno contribuirà a coprire una parte dei costi fissi dei beneficiari che non sono coperti dalle loro entrate, fino a un importo massimo di 3 milioni di € per impresa. L’intensità massima è del 70% dei costi fissi non coperti (90% per le piccole e micro imprese).